Nuove sfide per i Giovani Tri Schio ai Campionati Italiani di Duathlon Giovanile


Un weekend di prime esperienze per il settore giovanile Tri Schio. I nostri ragazzi si sono cimentati in una trasferta a Cuneo impegnativa, quanto soddisfacente, tra l’11 e il 12 settembre in occasione dei Campionati Italiani di Duathlon Giovanile.

Al sabato si sono disputate le gare individuali per Riccardo Jorizzo e Pietro Ruaro, impegnati in un Duathlon Enduro (corsa-bici-corsa): Pietro ha condotto una gara consistente dall’inizio alla fine; peccato per dei crampi durante l’ultima parte di corsa, che non gli hanno permesso di migliorare la comunque buona 8° posizione Under23. Riccardo, nonostante la condizione non ottimale, ha onorato la gara fino alla fine chiudendo 45º Junior.

Prima esperienza ad un Campionato Italiano Duathlon per le nostre ragazze Linda Manza (44ª Youth A), Vittoria Campana (48ª Youth A) e Margherita Dorigato (60ª Youth B): Linda consapevole di una partenza sottotono, ha chiuso la gara in crescendo. Vittoria ha cercato di sfruttare il suo punto forte, la bicicletta, spingendo molto durante tutto il percorso: peccato per una scivolata nel finale che non le ha comunque impedito di terminare la gara. Margherita ha dimostrato di essersi meritata la convocazione a questi campionati, mettendo in campo tutta la sua grinta e la sua determinazione.

I più rodati del gruppo, Giovanni Spagnolo e Matteo Cunico, hanno gareggiato nella categoria Youth B:

Matteo ha dimostrato di aver ritrovato la condizione in corsa e di aver migliorato alcuni aspetti tecnici e di guida della bici, arrivando al traguardo in 78ª posizione in una categoria di altissimo livello.

La partenza in gruppo non ha aiutato Giovanni a trovare subito il ritmo di corsa, costringendolo alla rimonta con un’ottima frazione ciclistica. Le tante energie spese ed il gran caldo lo hanno però costretto al ritiro per un colpo di calore durante l’ultima frazione.

Domenica grande entusiasmo per la prova a squadre: STAFFETTA YOUTH a cui hanno partecipato Vittoria Campana, Matteo Cunico, Linda Manza e Giovanni Spagnolo. I ragazzi hanno concluso la prova in 22ª posizione, recuperando un notevole numero di squadre più quotate sulla carta!

“Le staffette sono gare entusiasmanti! Correre con la responsabilità di dare il massimo per sé e per i compagni da un grande carica e voglia di spingersi oltre i propri limiti!

L’aspetto che più mi ha soddisfatto, al di là del risultato e delle prestazioni individuali, è stato vedere i ragazzi prendere consapevolezza di ciò che avrebbero potuto migliorare al sabato e mettersi subito in gioco la domenica con la volontà di cambiare ciò che non li aveva soddisfatti il giorno prima. Questo atteggiamento è ciò che occorre per continuare a crescere come atleti e come persone!

In quest’ottica, anche il sostegno del gruppo sta giocando un ruolo fondamentale: vedere i ragazzi aver cura l’uno dell’altro, incoraggiandosi dal primo all’ultimo metro, fa capire di essere riusciti a creare un ambiente di lavoro sereno e positivo, con l’energia giusta per migliorarsi!” – commenta il coach Tobia Masetto, che assieme agli altri allenatori Nicola Retis e Marco Barison si dimostra soddisfatto della performance dei ragazzi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *